Main menu

a

            

liprimaibambini

FIRMA LA PETIZIONE ONLINE PER UN'AUTENTICA PARITA'

La FISM Nazionale, da sempre impegnata a sostenere le scuole associate, è convinta che occorra agire urgentemente per attivare tutte le azioni volte a raggiungere l’obiettivo di una effettiva parità, obiettivo importante e ormai non più procrastinabile, indispensabile per il superamento dell’ingiustizia che oggi le famiglie, i bambini, il nostro personale subiscono… che la vostra Scuola subisce!

FIRMA LA PETIZIONE

Non a caso la pesante esperienza della pandemia ha ulteriormente evidenziato, impietosamente, le disparità del sostegno economico attuale tra le scuole statali e quelle no profit, con evidenti, forti penalizzazioni sia per le famiglie che per i docenti di scuola paritaria. Va pertanto, finalmente, completata, su questo versante, la Legge 62/2000, essendo le scuole statali e le scuole paritarie parte dell’unico Sistema nazionale di istruzione. Il permanere delle fortissime differenze nel sostegno pubblico tra la scuola statale e la paritaria no profit colloca di fatto l’Italia fanalino di coda a livello europeo.

La scuola dell’infanzia in particolare, come ben sapete, rischia come non mai la sua stessa esistenza. È utile ricordare che attualmente la scuola dell’infanzia paritaria copre il 35% del servizio nazionale! Senza le nostre scuole, i nidi, le sezioni primavera, senza la vostra scuola, verrebbe meno un servizio indispensabile oggi utilizzato da circa 500.000 famiglie!

Urge, pertanto, un’azione che metta in condizione le scuole dell’infanzia paritarie di non sopravvivere ma di vivere dignitosamente!

Da qui la decisione di mettere in campo un’iniziativa, una mobilitazione educativa e sociale che la FISM intende attuare per chiedere a Governo, Parlamento, Regioni, Enti locali un piano di investimenti concreto e adeguato nella dotazione che, anche nell’ambito delle applicazioni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e di ogni altra dotazione finanziaria ritenuta necessaria, sostenga l’intero segmento educativo e scolastico 0-6, in particolare le scuole dell’infanzia no profit, dato il servizio pubblico che da decenni e decenni svolgono, mettendo in campo una alta qualità del servizio.

Una misura necessaria anche come argine alla crisi delle nascite, al sostegno alla genitorialità e alla parità di genere che la FISM, con 9000 realtà no profit tra scuole dell’infanzia paritarie e servizi educativi (nidi integrati e sezioni primavera), chiede con vigore e da tempo, forte dell’entità dei dati: 40.000 dipendenti, circa 500.000 bambini frequentanti.

In aggiunta, le 9000 realtà educative della FISM sono pronte ad essere la leva di investimento in grado di ampliare nettamente l’offerta di posti dei servizi educativi - per i bambini e le bambine zero-tre anni - di cui l’Italia è carente e promuovendo un vero percorso di continuità educativa e didattica da zero a sei anni.

Raggiungere questo obiettivo comporta un intervento economico da parte dello Stato importante. Pertanto, diventa indispensabile un intervento in prima persona da parte del presidente, della coordinatrice e di tutta la scuola, a sostegno di questa improrogabile azione.

FIRMA LA PETIZIONE


a